Video: un capolavoro da 25 anni

Una voce! Il mio diletto!
Eccolo, viene saltando per i monti, balzando per le colline.
Somiglia il mio diletto a un capriolo o ad un cerbiatto.
Eccolo, egli sta dietro il nostro muro; guarda dalla finestra, spia attraverso le inferriate.
Ora parla il mio diletto e mi dice: «Alzati, amica mia, mia tutta bella, e vieni!
O mia colomba, che stai nelle fenditure della roccia,
nei nascondigli dei dirupi, mostrami il tuo viso,
fammi sentire la tua voce, perché la tua voce è soave, il tuo viso è leggiadro».

Il mio diletto è per me e io per lui.
Egli mi dice: “Mettimi come sigillo sul tuo cuore, come sigillo sul tuo braccio;
perché forte come la morte è l’amore;

 

Ci son capolavori che per costruirli si impiega una vita intera, insieme; vengono “cesellati”, a volte finemente altre duramente; altre volte ci son anche certi “sbalzi” che, visti dal retro, sembrano aver rovinato per sempre il disegno; e quel fuoco, che riscalda e “salda” sempre nuovamente…

Dodì lì u’ani lò: il mio diletto è per me ed io sono per lui

Con questa frase, tratta dal Cantico dei Cantici, una coppia di sposi ha voluto ricordare, in occasione del loro anniversario di matrimonio, che la loro vita insieme è un capolavoro da 25 anni…

Una vita insieme che si costruisce giorno per giorno insieme…

Annunci