Arte, storia e curiosità

Come si chiama l’ “alfabeto” runico?


Tag: , , , , , , , .

futhark

Se la successione delle lettere latine formano l’ALFABETO, la “sequenza delle rune” si chiama FUTHARK (dai primi 6 segni della serie).
I SEGNI RUNICI, inoltre, non corrispondono semplicemente alle “lettere”, ma hanno ognuno un significato simbolico, sono degli IDEOGRAMMI.
La prima runa del futhark si chiama, ad esempio, “fehu” che significa “bestiame, ricchezza”…

Lo sapevate, poi, che il verbo inglese TO WRITE” deriva dall’antico germanico *WRITANAN che non significava “scrivere” ma “incidere”?
Sì, perché le RUNE non servivano per scrivere, ma solo per INCIDERE brevi iscrizioni (il nome dell’artefice, del proprietario, una dedica…) su superfici dure di vario tipo: pettini, spade ecc… Proprio come fa Conte Ruggero, che “incide” (lui in realtà cesella) le iniziali “runiche” o i nomi a caratteri runici, personalizzando bracciali, anelli, ciondoli e qualsiasi altra cosa in rame, ottone e argento, proprio come piace a voi.

Le rune avevano anche un impiego nella sfera religiosa e magica ed infatti il termine “runa” aveva come significato originario quello di “mistero, segreto”.
Ma questa è un’altra storia. Conte Ruggero è sì di origine normanna, quindi germanica, ma appartiene ad un’epoca assai più recente, quando era già arrivata la fede cristiana e molte superstizioni magiche erano ormai dimenticate…

Questo slideshow richiede JavaScript.

One Comment

I commenti sono chiusi.